Mutui-economici.it

MUTUO IPOTECARIO

Sempre più spesso si parla di mutuo ipotecario, di mutuo ipotecario fondiario, di mutui ipotecari per liquidità e via dicendo.

- Ma quali sono, innanzitutto, le differenze tra un mutuo ipotecario e un mutuo ipotecario fondiario? Cos'è un mutuo ipotecario per liquidità?

È necessario chiarire subito le differenze tra questi due tipi di mutuo, entrambi definiti come mutuo ipotecario, ma con alcune caratteristiche diverse. Il mutuo ipotecario è una forma di finanziamento utilizzato sia per acquistare un immobile, sia a titolo di prestito personale, ed è garantito dalla costituzione dell'ipoteca su uno o più beni del debitore o di un eventuale soggetto garante, o terzo. Il mutuo ipotecario fondiario, invece, è finalizzato unicamente all'acquisto di beni immobili, sui quali viene costituita un'ipoteca a favore del creditore. Quindi, riassumendo, si può affermare che mentre i mutui fondiari sono tutti mutui ipotecari, i mutui ipotecari possono non essere anche mutui fondiari. Il mutuo ipotecario per liquidità si ha quando il richiedente necessita di capitale liquido da poter utilizzare liberamente per sè o la sua famiglia, e pone l'ipoteca sull'abitazione di sua proprietà dove già risiede. In base alla stima dell'immobile, l'istituto di credito erogherà un determinato importo, prendendo a garanzia per il rimborso l'immobile stesso.

www.prestitionline.it

- Esistono forme di mutuo ipotecario per la prima casa in forma agevolata?

Chi desidera accedere ad un mutuo ipotecario per la prima casa, dovrà rivolgersi ad un istituto di credito, scegliendo magari tra le offerte e i prodotti più convenienti, in grado di concedere il mutuo casa al più basso tasso d'interesse, fondamentale per un mutuo ipotecario vantaggioso. Tuttavia esistono possibilità che davvero danno l'opportunità di godere di interessi sul mutuo ipotecario davvero bassi, come ad esempio i mutui ipotecari inpdap. Gli iscritti all'istituto previdenziale per i lavoratori pubblici, infatti, hanno un diritto esclusivo sui mutui ipotecari prima casa, per un'erogazione massima di 300mila euro rimborsabile in massimo 30 anni a tassi vantaggiosi che attualmente si aggirano sul 3,50% - 4% a seconda della tipologia di tasso scelto. Oltre al mutuo ipotecario inpdap e quello tradizionale bancario, possono esserci mutui per la prima casa erogati da enti pubblici mediante bandi appositi che concedono condizioni convenienti come ad esempio un'erogazione a fondo perduto o interessi a bassa percentuale.

- Quali sono le modalità di estinzione di un mutuo ipotecario?

Dopo aver affrontato negli anni il totale ammortamento del capitale erogato per il mutuo, avverrà il momento della vera e propria estinzione del mutuo ipotecario acceso tempo prima. Innanzitutto sarà fondamentale, da parte del debitore, aver rimborsato all'erogatore del finanziamento iniziale, fino all'ultima rata, la somma ricevuta aggiuntiva di interessi maturati e spese varie. Questa sarà l'estinzione del capitale, ma andrà estinta anche l'ipoteca, mediante cancellazione. L'ipoteca che garantisce il mutuo ipotecario rimane in vita sino a quando siano trascorsi vent'anni dalla sua costituzione, in pratica da quando il mutuo è stato concesso. Per i mutui di durata inferiore ai vent'anni, perciò, vi sarà un periodo di tempo in cui l'ipoteca esiste anche se non costituisce di fatto alcuna utilità. In questi casi non conviene chiedere alla banca di cancellare l'ipoteca salvo che si debba vendere la casa. È bene ricordare che se fino a qualche anno fa la cancellazione di un'ipoteca richiedeva sempre alcuni mesi e che il suo costo non era trascurabile, (perchè seguita da un notaio, oltre che dalla banca), oggi grazie alla legge Bersani per far cancellare l’ipoteca in modo gratuito, il debitore deve chiedere alla banca la quietanza da cui risulti l’estinzione del mutuo (richiesta da fare con raccomandata a/r). A partire dalla data della raccomandata parte un periodo di 30 giorni entro i quali la banca deve comunicare alla Conservatoria la cancellazione dell’ipoteca.

Mutuo ipotecario aggiornato il 07 Marzo 2017


Vai alla home:Mutui Economici

mutuo ipotecario